MARINO CACCIATORI, DA TRE GENERAZIONI IN BARCA NEL DELTA

 

Navigare nel Parco Delta del Po è indispensabile per scoprire da un punto di vista privilegiato un insieme di ecosistemi ricchi di fascino,  colori ed emozioni.

I capitani e i marinai della famiglia Cacciatori vi accompagneranno in questa scoperta con una passione che arriva da lontano, ereditata dal pioniere del turismo nel delta, Marino.

L’amore per il Po di Marino Caparìn, soprannome ereditato dalla nonna, venditrice di “cape” (le vongole, oggi l’oro del delta), è nato nel dopoguerra, quando, giovanissimo, diventa “Caronte” e gestisce il traghetto sul Grande Fiume. Negli anni ’70, il traghetto si sposta verso le spiagge incontaminate della foce, e contemporaneamente Marino inizia a far conoscere la sua terra ai primi visitatori del Delta del Po. Intravedendo  nel turismo il futuro del Delta, Marino inizia a dar vita alla sua flotta, di cui la Motonave Venere è ancora oggi l’ammiraglia. Nel 1987, mentre Marino varava la Venere, il fratello minore Vittorio diventava anch’egli pioniere, aprendo il primo noleggio di  bici e canoe del Delta veneto, “Girodelta”. Vittorio, guida naturalistica e capitano, introduce nel Delta una filosofia nuova, che fa dell’attività fisica, ovviamente slow, lo strumento principe per ammirare le bellezze del Parco.

 

Nel corso degli anni il timone della Venere è passato da Marino ai suoi figli Sandro, Stefano e Simone, che con l’aiuto della mamma Graziana, dei nipoti e di Vittorio continuano a far conoscere il Parco del Delta con lo stesso attaccamento verso il loro territorio.

La famiglia dei Caparìn, grazie a diversi tipi di imbarcazioni, a bici e a canoe offre un’esperienza di visitazione a 360°, dalla Sacca di Goro alla foce dell’Adige.

A bordo delle motonavi potrete ammirare i rami del Po e le varie buse in cui si divide il Grande Fiume prima che le sue acque si incontrino con quelle dell’Adriatico.

Con le barche a fondo piatto, appositamente studiate per navigare nei fondali più bassi, si penetra nei rami più piccoli del Po e nei meandri più suggestivi del Parco, tra canneti, lagune, “ghebi” e “paradei”.

La flotta si è recentemente ampliata con l’arrivo del caratteristico topo veneziano, El Doge, completamente restaurato nel 2013, e dell’eco-barca elettrica Maaty.

Una progetto innovativo e sperimentale come quello di una barca a  propulsione totalmente elettrica in  grado di ospitare 50 turisti rimarca la convinzione che il Delta sia un territorio da visitare con profondo rispetto e soprattutto con un approccio slow.

La visitazione lenta del Parco del delta del Po trova il suo apogeo nel bike&boat, la forma di visitazione più completa per  un territorio composto da terra e acqua, e che da questi due elementi, con bici e barca, viene ammirato  grazie  ad itinerari intermodali ad anello che si possono adattare alle più svariate esigenze.

La famiglia Cacciatori oggi trasmette la propria passione per il Delta a individuali, famiglie, scuole e gruppi organizzati e offre un ampia gamma di servizi:

 

  • escursioni guidate in barca e motonave
  • partenze garantite tutto l’anno
  • escursioni in esclusiva
  • noleggio motonavi in esclusiva (eventi, convegni, feste ecc…)
  • pranzi e cene a bordo
  • bike&boat
  • trekking sugli scani
  • escursioni a piedi nelle Oasi
  • escursioni guidate in bici, canoa e kayak
  • noleggio bici, canoe, kayak