Escursioni nel Delta del Po: alla scoperta del birdwatching

05/04/2022 - Gite ed escursioni

Con l’estate ormai alle porte, è d’obbligo cominciare a pensare alla meta delle proprie ferie per un po’ di meritato relax. Se per alcuni non si può far a meno della tintarella baciati dai caldi raggi del sole e lambiti dalle carezze dell’acqua marina, per altri, invece, solo il contatto con la natura può lenire le stanchezze di un intenso anno lavorativo. La riserva naturale del Parco del Delta del Po rappresenta il connubio perfetto, in cui si incontrano tutti i gusti. Escursioni in barca, natura e attrazioni storico-artistiche sono solo alcune delle possibilità offerte a chi trascorre le vacanze in questo posto sospeso tra sogno e realtà. Perciò, dopo aver cercato la gita ideale tra la ricca selezione di escursioni da svolgere in compagnia di amici e guide appassionate, potete iniziare a pianificare tutte le attività da svolgere durante le vacanze. Tra queste, una in particolare, non è un semplice passatempo, ma una vera e propria passione che si rivela rilassante e salutare sotto molteplici punti di vista. Stiamo parlando del birdwatching.

Cos’è il birdwatching

Il termine inglese ‘birdwatching‘ significa letteralmente ‘osservazione degli uccelli’. Per gli amanti dell’ornitologia e gli appassionati delle camminate all’aperto, è senza dubbio una delle attività più divertenti e interessanti a cui ci si possa dedicare, soprattutto nei mesi estivi e primaverili. Praticarla consente di liberarsi dalle tensioni della vita quotidiana immergendosi in un ambiente naturale. Ha, inoltre, una funzione educativa, sia per adulti che bambini e si combina perfettamente con altre attività, come trekking, campeggio, fotografia e disegno dal vivo. Consente, inoltre, di allontanarsi dall’ambiente urbano, con tutto il suo carico di inquinamento e stress.

Il Delta del Po, la più importante area italiana per il birdwatching

E quale posto migliore del Parco del Delta del Po per praticare quest’attività? Patrimonio dell’umanità riconosciuto dall’UNESCO nel 1999, il Delta del Po è il più esteso fra i parchi regionali dell’Emilia Romagna e tra i più estesi in Veneto. Grazie alla sua ampia varietà di ambienti, è un vero e proprio paradiso per le biodiversità, come testimoniato dalla presenza di 380 specie di uccelli. Per questo, ad oggi, il Parco è la più importante area ornitologica italiana, e anche tra quelle più rilevanti d'Europa. Nei mesi di transito migratorio - compresi tra metà luglio e metà ottobre e tra fine febbraio e metà aprile - si registra il maggior numero di specie osservabili, mentre a livello assoluto la maggior concentrazione di esemplari si registra nei mesi invernali.

Attrezzatura

Equipaggiarsi per il birdwatching è semplice e anche relativamente economico. Abiti comodi e di colore neutro, un buon paio di scarpe da trekking e un binocolo e il gioco è fatto. Se poi si decide di salire di livello come birdwatcher esperto, basta procurarsi un buon manuale sugli uccelli, un taccuino e una matita per segnare appunti sugli esemplari avvistati e i luoghi percorsi. In questo caso l'attrezzatura può comprendere tute mimetiche, macchine fotografiche e altri oggetti complementari all’attività. Lo strumento imprescindibile rimane comunque il binocolo.

Parco del Delta del Po: non solo birdwatching

Con uno scenario così incredibile le attività che si possono svolgere all’interno della Riserva Naturale sono davvero numerose: non solo birdwatching, quindi, ma anche escursioni in barca, fotografia, fino ad arrivare al trekking e alla pittura. Sicuramente le escursioni in barca e motonave sono il modo migliore per vivere e ammirare i paesaggi mozzafiato della Riserva di Biosfera del Delta del Po e delle Valli di Comacchio. Potrete scegliere itinerari completi e panoramici come La Grande Foce, percorsi incentrati sul bosco ripariale e sull’ambiente di fiume come il Po di Maistra, di visitare le vecchie aziende agricole che si sono trasformate in lagune navigando lungo il Po di Tolle o a Scano Boa o di scoprire il mondo della vongola navigando negli orti d’acqua della Laguna di Caleri e della Sacca degli Scardovari.

Inoltre, se siete amanti dell’organizzazione potete tranquillamente optare per un’escursione con itinerario personalizzato: percorsi su misura, pianificati appositamente per venire incontro a qualsiasi esigenza: sia che siate amanti del birdwatching alla ricerca dell’aquila anatraia che sverna sul Po di Maistra, sia che vi sentiate avventurosi e vogliate esplorare uno dei tanti paradisi che uniscono il fiume alla laguna, le nostre imbarcazioni vi porteranno dove vorrete.

Le barche a fondo piatto e i pontoon boats, tipici della laguna, nonostante possano navigare su bassissimi fondali, possono ospitare comodamente una famiglia o un piccolo gruppo di amici che vuole dedicarsi all’esplorazione in solitaria.

Il modo migliore per cogliere appieno tutte le sfaccettature del territorio deltizio è quello di abbinare all'escursione in barca un itinerario in bicicletta.  Il Delta offre molteplici soluzioni, lungo gli argini asfaltati del fiume e delle lagune o su strade poco trafficate.
Il bike&boat alla Riserva delle Bocche del Po di Pila unisce l'escursione in motonave ad un bellissimo percorso in bici tra le valli da Pesca ed il Po di Maistra nell'Isola di Ca' Venier. Insomma, l’estate si avvicina e con essa la vacanza dei sogni. Per renderla reale basta un clic.


Categorie







Archivio per anno



Prenota ora

la tua escursione in barca con pochi click!



 da:
 a:

Iscriviti alla nostra newsletter